L’invenzione del polmone d’acciaio (‘singolo’ e ‘multiloculo’)

prima del vaccino per la poliomielite: IL POLMONE D’ACCIAIO SINGOLO E MULTILOCULO

 

polmone d’acciaio (singolo)

Il “polmone d’acciaio” (in inglese ‘iron lung‘), uno strumento ventilatore a pressione negativa sviluppato dall’ingegnere Philip Drinker (1894-1972) e dal fisiologo Louis Agassiz Shaw, Jr. (1886-1940), veniva utilizzato per trattare le paralisi respiratorie causate dalla poliomielite.
Fu usato per la prima volta il 12 ottobre 1928 al “Childen’s Hospital” di Boston su una piccola paziente di otto anni affetta da paralisi respiratoria infantile.
Il paziente veniva posizionato in una camera ermetica, ad eccezione della testa e del collo; le variazioni di pressione all’interno della camera forzavano l’aria dentro e fuori i polmoni del paziente. Ciò permetteva il controllo della respirazione dei pazienti, mentre i loro muscoli respiratori recuperavano dalla paralisi.


 

il polmone d’acciaio multiloculo

polmone d’acciaio (multiloculo)

In un articolo del 1933, Drinker descrisse un “respiratore delle dimensioni di una stanza”  (“room-sized respirator”) – una macchina così grande da trattare più pazienti contemporaneamente, usando lo stesso ambiente.

Il suo articolo presentava l’illustrazione di un respiratore costruito per contenere quattro bambini paralizzati contemporaneamente, con la premessa che vi erano insufficienti respiratori individuali per trattare tutti questi pazienti affetti dall’epidemia di poliomielite.

 


tratto da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *