L’anatomia medica di Francis Sibson

L’ANATOMIA MEDICA DI FRANCIS SIBSON

prima immagine

Una prima immagine mostra la colonna vertebrale, le coste e gli organi interni visti da dietro.
Una seconda immagine mostra le arcate costali e gli organi interni visti dal davanti.
Queste immagini sono tratte da “Medical anatomy: or, illustrations of the relative position and movements of the internal organs” (1869) del medico ed anatomista inglese Francis Sibson (1814-1876).

Questo splendido atlante raffigura gli organi interni con una raffinata colorazione a mano incastonata nella semplice cornice del busto maschile e femminile visto di fronte e dietro. Il libro fu pubblicato da “John Churchill & Sons“.


ALLA RICERCA DI UNA VERA ANATOMIA

seconda immagine

Sibson era noto per il suo gusto per le belle arti, in particolare per lo scultore e pittore inglese John Flaxman (1755-1826), e voleva chiaramente che il suo magnum opus apparisse altamente rifinito. Artista di molte tavole anatomiche fu William Fairland, fratello di Thomas Fairland (1804-52), allievo di Fuseli e Charles Warren, e ritrattista di famosi personaggi.

Sibson riteneva che l’anatomia non venisse insegnata correttamente perché l’aspetto funzionale degli organi, in particolare quelli della circolazione e della respirazione, veniva trascurata.
Nella sua spiegazione della tavola 1 del suo atlante, Sibson scrive che ha preso i contorni degli organi usando una cornice trasparente. Da questi schemi, William Fairland ha creato disegni colorati e le litografie per le tavole da 1 a 19, che sono state stampate per lo più da Charles Hullmandel.


TANTI MANI PER L’OPERA DI SIBSON

terza immagine

Le tavole 20 e 21 sono state litografate da J. B. Liveillé e stampate a Parigi da Lemercier. In particolare, le tavole dal 19 al 21 mostrano movimenti, struttura e suoni del cuore. Il lavoro include descrizioni della “fascia di Sibson”, una fascia fibrosa che si estende dalla pleura apicale e si attacca al processo trasversale della settima vertebra cervicale, e il muscolo di Sibson (scalenus pleuralis).
Dunque, Sibson sosteneva che le illustrazioni anatomiche fossero fuorvianti perché le iniezioni di conservanti e la dissezione stessa modificavano la posizione relativa degli organi.
Nella terza immagine tratta del suo atlante; questa doppia illustrazione ha lo scopo di mostrare una vera immagine del cadavere accanto a una ricostruzione immaginaria dello stesso all’interno in un corpo vivente



VEDI:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *