Intubazione nella difterite a fine ottocento

INTUBAZIONE NELLA DIFTERITE A FINE OTTOCENTO

“Dopo che il tubo è stato introdotto, il paziente di solito sperimenta un sollievo totale e generalmente cade in un sonno tranquillo e rinfrescante. Se tuttavia la membrana [della difterite] si è estesa nei bronchi, seguirà solo un sollievo parziale. Tra i bambini, tuttavia, nella stragrande maggioranza dei casi la morte si verificherà a causa dell’ostruzione laringea, prima che i bronchi vengano invasi dalle membrane. Il sollievo parziale dopo l’intubazione è raro come dopo la tracheotomia. Il cambiamento nell’aspetto del paziente non è solo immediato ma notevole.
Prima dell’operazione si assiste a tutti gli orribili sintomi di strangolamento. Il forte stridore del croup è sentito in tutta la casa. Il bambino è immerso nel sudore, gli occhi sembrano schizzare dalle loro orbite, i lineamenti sono lividi, le labbra blu ed il paziente si gira sul letto cercando invano di trovare sollievo, spesso stringendosi la gola per strapparla e chiedendo come un’elemosina pietosamente aiuto.
Dopo l’operazione questi sintomi si attenuano, come se fossero curati da un potere magico.”

  • [tratto da ‘Intubazione della Laringe‘ di F. E. Waxham, Chicago, 1888]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.