Anestesiologia durante la guerra civile americana

ANESTESIOLOGIA DURANTE LA GUERRA CIVILE AMERICANA

La guerra di secessione americana, nota negli Stati Uniti come guerra civile americana, fu combattuta dal 12 aprile 1861 al 9 aprile 1865 fra gli Stati Uniti d’America e gli Stati Confederati d’America, entità politica sorta dalla riunione confederale di Stati secessionisti dall’Unione.
La guerra ha causato almeno 1.030.000 vittime (il 3% della popolazione), di cui circa 620.000 soldati, i due terzi dei quali per colpa delle malattie, e 50.000 civili. Lo storico J. David Hacker dell’Università di Binghamton ritiene che il numero di soldati morti sia di circa 750.000, il 20% superiore rispetto alle stime tradizionali. Per gli statunitensi, la guerra di secessione è stato il conflitto più sanguinoso di tutte le guerre combattute dagli Stati Uniti messe insieme.
I morti dell’esercito dell’Unione, pari al 15% di tutti coloro che servirono nella guerra, è stato così ripartito:
– 110.070 uccisi in azione (67.000) o morti a cause delle ferite (43.000).
– 199.790 sono morti di malattia (il 75% a causa della guerra, i restanti sarebbero morti comunque nella vita civile)
– 24.866 morti nei campi di prigionia confederati
– 9.058 deceduti per incidenti o annegamento
– 15.741 altri decessi o cause sconosciute
– 359.528 decessi in totale.

Registrazioni dell’Esercito dell’Unione riportano che oltre 80.000 interventi chirurgici furono utilizzati durante la Guerra Civile Americana e solo 254 senza utilizzo di alcun anestetico. La foto mostra l’uso del cloroformio su un ferito di guerra (1861).


RIFERIMENTI:


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.