Alexander Schaffer e la nascita del termine ‘neonatologia’

Alexander Schaffer e la nascita del termine ‘neonatologia’

‘Riteniamo di essere senz’altro scusati se usiamo i termini Neonatologia e Neonatologo. Non si sovviene di aver letto prima d’ora tali parole in sede di stampa. La prima significa la scienza che studia la diagnosi e la terapia del neonato, la seconda qualifica il medico che si occupa di neonati…

Noi non pretendiamo ora di creare una nuova specialità, ma siamo del parere che la neonatologia abbia la stessa importanza della ematologia, neurologia, endocrinologia e cardiologia infantili’.

[Alexander Schaffer]


LA NASCITA DELLA NEONATOLOGIA

Alexander J. Schaffer (Baltimora 1902 – Baltimora 1981)

Il termine “neonatologia” fu coniato solo nel 1960, quando Alexander J. Schaffer, in uno dei primi testi americani sull’argomento (“Diseases of the Newborn“), lo utilizzò per indicare quella parte della pediatria che si occupava in modo particolare dell’“arte e della scienza della diagnosi e del trattamento dei disturbi del il neonato”.

Terapia intensiva neonatale e neonatologia sono aree di competenza strettamente correlate, anche se non del tutto sinonimi. L’American Academy of Pediatrics non ha affrontato la questione della terapia intensiva neonatale nei suoi “standard e raccomandazioni per la cura ospedaliera” dei neonati fino alla sua quinta edizione nel 1971. La sottospecialità di Medicina Neonatale-Perinatale è stata formalmente riconosciuta da una sottocommissione dell’American Board of Pediatrics, con il suo primo esame nel 1975.


Alexander J. Schaffer

Schaffer & Avery : “Diseases of the newborn” (edizione del 1971).

Alexander J. Schaffer nacque a Baltimora nel 1902. All’età di soli ventuno anni, si laureò alla Johns Hopkins University School of Medicine.

Sotto il Dr. John Howland, Schaffer fu un interno e poi specializzando in Pediatria nella reparto “Harriet Lane” del Johns Hopkins Hospital. Divenne infine professore di Pediatria alla Johns Hopkins University.

Schaffer è stato autore di ventidue articoli, principalmente su problemi clinici nella pratica pediatrica e pubblicati in un’ampia varietà di riviste. Il suo libro di testo sulle malattie del neonato è stato ampiamente considerato un classico.

Le ultime due delle quattro edizioni sono state scritte con la dottoressa Mary Ellen Avery (6maggio 1927 – 4dicembre 2011), anche lei pediatra alla “Johns Hopkins University“.


Riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.