L’Autojektor



Autojektor


Il russo Sergei Brukhonenko (1890-1960) è ricordato principalmente per il suo sviluppo del “autojektor”, una primitiva macchina cuore-polmone. Lo strumento fu usato con risultati altalenanti in una serie di esperimenti con cani alla fine degli anni trenta del novecento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *