Il “Valley Forge General Hospital”

MEDICINA MILITARE: IL ‘VALLEY FORGE GENERAL HOSPITAL’

Occhio artificiale per il paziente. Inizio del 1944.

Il “Valley Forge General Hospital” è un ex ospedale militare situato a Phoenixville, in Pennsylvania.
Il Valley Forge aprì nel febbraio 1943 per curare il personale militare ferito durante la seconda guerra mondiale.
Esso divenne il più grande ospedale militare degli Stati Uniti con oltre 3.000 pazienti e più di 100 edifici su circa 750 mila metri quadrati di terreno. La struttura ha una lunga storia in quanto l’assistenza ai feriti continuò durante i successivi 30 e più anni.
Nel 1968 e nel 1969, i soldati feriti furono trasportati dal Vietnam a Fort Dix, NJ e poi trasportati al Valley Forge. Tra il 1 gennaio 1968 e il 30 settembre 1970, oltre 7.000 pazienti furono trasferiti da Fort Dix al Valley Forge.
Una caratteristica dell’ospedale era la sua progettazione di edifici principalmente a due piani, interconnessi da corridoi. C’erano rampe molto lunghe che portavano da un piano all’altro, per facilitare il movimento di sedie a rotelle e barelle.


COMPLESSITA’ E SEMPLICITA’

Fotografia aerea del “Valley Forge General Hospital“.

All’inizio del 1944, il Valley Forge fu identificato come uno dei due ospedali generali; l’altro era il “Letterman General Hospital“, presso il Presidio di San Francisco, specializzato nel trattamento di pazienti con lesioni oculari accecanti. Oltre al trattamento fisico, i centri concentrarono anche sulla “riabilitazione sociale“, aiutando i pazienti ad adattarsi alla loro nuova condizione psico-fisica, prima di consegnarli all’Amministrazione dei veterani per ulteriori cure, mantenendoli oltre il punto del “massimo beneficio medico“.

Nel 1945, tre dentisti furono assegnati a Valley Forge dopo che il “Surgeon General” scoprì che il loro lavoro indipendente aveva sviluppato un nuovo tipo di occhio artificiale che fu descritto come “superiore in ogni modo agli attuali occhi di vetro“.  Dopo aver perfezionato le loro tecniche di produzione e aver insegnato al personale del Valley Forge come fabbricare gli occhi, i tre dentisti, il capitano Stanley F. Erpf, il maggiore Milton S. Wirtz ed il maggiore Victor H. Dietz, furono trasferiti in altri ospedali dove poterono istruire nuovo personale in grado di utilizzare le nuove tecniche.


Dalla seconda guerra mondiale al Vietnam

Paziente con la mano destra in un tutore. Giugno 1947.

L’amputazione traumatica era un infortunio fin troppo comune in Vietnam, causato principalmente da trappole esplosive. Il Valley Forge divenne noto come il “centro di amputazione” non ufficiale della guerra del Vietnam.

Con oltre 6.000 amputazioni durante il conflitto, era chiara la necessità di fornire un trattamento coerente e servizi di riabilitazione agli amputati. Il Valley Forge era l’unica struttura dell’esercito con un servizio separato per gli amputati che consolidava le risorse di medici, infermieri, terapisti fisici e occupazionali e protesisti.
Nel 1974, con la fine della guerra del Vietnam, il Valley Forge chiuse. Nel 1976 divenne il “Valley Forge Christian College” e infine l’Università di Valley Forge, così come come è conosciuta oggi.


riferimenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.