Febbraio 2019

Favipiravir, un farmaco efficace contro il virus ebola?

Favipiravir, un farmaco efficace contro il virus ebola? Uno dei farmaci sperimentali somministrati all’infermiere sardo guarito dall’infezione del virus Ebola nel giugno 2015 si chiama Favipiravir. Esso, noto anche con il nome T-705 or Avigan, è stato sviluppato dalla compagnia farmaceutica nipponica Toyama Chemical. Il farmaco, che sembra agire inibendo la replicazione di molti virus,… Continua a leggere Favipiravir, un farmaco efficace contro il virus ebola?

Trapianto di cranio e cuoio capelluto

TRAPIANTO DI CRANIO E CUOIO CAPELLUTO Per la prima volta al mondo, in Texas, il 22 maggio 2015 è stato effettuato un trapianto di cuoio capelluto e cranio, tra l’altro in un intervento di 15 ore che comprendeva anche un multitrapianto di rene e pancreas. Protagonista della “maratona” chirurgica è stato James Boysen, un 55enne sviluppatore di software… Continua a leggere Trapianto di cranio e cuoio capelluto

E’ possibile il trapianto di pene?

E’ possibile il trapianto di pene? Siamo nel 2011: un ragazzo sudafricano diciottenne si sottopone ad una cerimonia iniziatica di circoncisione. L’intervento non va come sperato ed il ragazzo perde il suo pene durante la procedura rituale. Egli, che fino ad allora aveva avuto regolari rapporti sessuali, rimane con un moncone penieno di circa 1… Continua a leggere E’ possibile il trapianto di pene?

Un punto di vista particolare sulla nascita dell’anatomia nel settecento ed ottocento italiano

UN PUNTO DI VISTA PARTICOLARE SULLA NASCITA DELL’ANATOMIA: IL SETTECENTO E L’OTTOCENTO ITALIANO Secondo Gianbattista Vico (1668-1744) la botanica nacque prima della medicina perché con le piante si curavano le malattie. Inoltre, sempre secondo il Vico “La Notomia nacque con la spessa osservazione degli Aruspici sull’Entragne delle vittime e l’aruspicina fu certamente celebre in Italia… Continua a leggere Un punto di vista particolare sulla nascita dell’anatomia nel settecento ed ottocento italiano

Tra arte e chirurgia: “The Agnew Painting”

TRA ARTE E CHIRURGIA: “THE AGNEW PAINTING” The Agnew Clinic (o The Clinic of Dr. Agnew )è una pittura ad olio del 1889 dell’artista americano Thomas Eakins (25 luglio 1844 – 25 giugno 1916), autore di un’altro celebre dipinto a carattere medico, “The Clinic Gross“. L’opera fu commissionata per celebrare il pensionamento all’età di 70 anni dell’anatomista e chirurgo, David Hayes… Continua a leggere Tra arte e chirurgia: “The Agnew Painting”

La ‘Clinica Lorda’

la ‘clinica lorda’ The Gross Clinic, o The Clinic of Dr. Gross, è un dipinto del 1875 dell’artista americano Thomas Eakins (1844-1916). È in olio su tela e misura 8 piedi (240 cm) per 6.5 piedi (200 cm). Thomas Eakins nel 1889 comporrà un altro celebre quadro a carattere medico, “The Agnew Painting“. Il settantenne chirurgo Samuel David Gross (Easton, 8 luglio 1805 –… Continua a leggere La ‘Clinica Lorda’

Il ‘Josephinum’: un museo della Medicina austriaco con un cuore tutto italiano

IL JOSEPHINUM: UN MUSEO DELLA MEDICINA AUSTRIACO CON UN CUORE TUTTO ITALIANO Il “museo Josephinum” che ospita le collezioni dell’Università di Medicina di Vienna fu costruito negli anni dal 1783 al 1785 sul progetto di Isidor Canevale per l’Accademia di Medicina e Chirurgia. L‘Accademia di Medicina e Chirurgia fu fondata nel 1785 dall’imperatore Giuseppe II per la formazione, su nuove… Continua a leggere Il ‘Josephinum’: un museo della Medicina austriaco con un cuore tutto italiano

Haldane e la polisomministrazione di ossigeno

HALDANE E LA POLI-SOMMINISTRAZIONE DI OSSIGENO Nella foto strumento per somministrare ossigeno a quattro persone contemporaneamente. Venne costruito nei primi decenni del novecento dalla “George Salter and Company” per uso ospedaliero. Esso era stato progettato dal celebre fisiologo scozzese John Scott Haldane, famoso per la sue pericolose auto-sperimentazioni. Egli si sottoponeva sempre ai suoi esperimenti, che… Continua a leggere Haldane e la polisomministrazione di ossigeno

L’audiofono

L’audiofono All’inizio del novecento (1900-1930) i modelli utilizzati consistevano in un auricolare connesso ad un microfono alimentato da una batteria. I modelli erano molto grandi e la quantità del suono trasmesso mediocre: questi congegni non erano molto efficaci soprattutto se la voce proveniva da una distanza superiore al mezzo metro. vedi: http://www.oto-medical.it/apparecchi-acustici.html…Altro…  

Il cono di Trendelenburg

IL CONO DI TRENDELENBURG Questo strumento veniva utilizzato per rilasciare l’anestetico attraverso un’apertura chirurgica nella trachea del paziente. La tecnica dell’anestesia endotracheale fu introdotta nel 1871 dal grande chirurgo tedesco Friedrich Trendelenburg (1844-1924).  L’etere o il cloroformio potevano essere intrisi attraverso un panno all’interno di un cono, e rilasciati tramite evaporazione. Il cono aveva una serie… Continua a leggere Il cono di Trendelenburg