Qualcosa sul sangue blu del Limulo

Qualcosa sul sangue blu del Limulo

Estrazione del sangue blu del limulo.

Il sistema immunitario del limulo, per quanto semplice e primitivo, è in grado di riconoscere efficacemente i lipopolisaccaridi presenti sulla parete dei batteri Gram negativi ed eliminare questi ultimi racchiudendoli in un coagulo.

Fu sviluppato quindi un reagente detto LAL (Limulus amebocyte lysate), o più semplicemente limulus test, in grado di segnalare anche minime quantità di tossina eventualmente presenti nelle materie prime industriali e nell’acqua, così come in farmacologia e per l’individuazione di alcune malattie batteriche. Gli amebociti sono i globuli bianchi del Limulus (uniche cellule in circolo nell’animale). Il LAL ha anche capacità di individuare le cellule tumorali e per questo viene spesso utilizzato nelle ricerche in ambito oncologico (anche per Leucemie).

il limulo e l’HIV


descrizione del limulo (https://www.ilgiornaledeimarinai.it/il-limulo-lartopode-dal-sangue-blu-e-in-pericolo/)

Infine, diversi peptidi isolati da emociti di limulo si sono dimostrati, in test in vitro, in grado di inibire la proliferazione del virus dell’HIV.
Il suo sfruttamento per scopi medico-sanitari si deve al Dr. Bang, che nel 1885 scoprì come il suo sangue si coagulasse in presenza di endotossine batteriche.

Il problema è che l’impiego su larga scala del test LAL in vitro richiede una notevole produzione del composto chimico presente nel sangue del limulo. Sostanza che, non essendo ancora prodotta sinteticamente, determina ancora oggi il prelievo di massa dal sangue degli individui vivi.
Il sangue, materia prima del test, viene estratto dai limuli, senza provocarne la morte. In pratica si catturano esemplari selvatici e si portano nei laboratori. Qui il tessuto intorno al loro cuore è trafitto dagli aghi, a cui è affidato il compito di drenare il 30% del sangue, che può essere venduto fino a 15.000 dollari al litro. Quando il processo è completo, i granchi a ferro di cavallo vengono restituiti al mare, lontano da dove sono stati raccolti al fine di evitare che vengano prelevati una seconda volta.
Una volta liberi, gli individui recuperano il volume di sangue in circa una settimana, ma ci vogliono due o tre mesi prima che il corpo torni alla normalità. Alcuni studi dimostrano che dal 10 al 30 per cento dei soggetti dissanguati muore.


vedi:

3 pensieri su “Qualcosa sul sangue blu del Limulo


  1. Una razza che ha vissuto 250 milioni di anni invece di rispettarla l’uomo come sempre ci sputa addosso come ha fatto con centinaia di migliaia di altre specie e finché gli conviene sfruttarli fino alla morte immolandoli al dio denaro lo farà fino all’ultimo Limulo poi come per magia salterà fuori un composto chimico che farà lo stesso lavoro del loro sangue e secondo me l’uomo ha fatto e continua a fare tutti questi film dove degli alieni lo trattano come carne da macello perché teme di fare la stessa fine che ha fatto fare agli animali !


  2. LIMULO un essere che porta con s’è la storia del nostro pianeta un essere che si è scoperto come s’è al suo interno il suo Sangue blu, e molto prezioso, non è un essere da casato Nobile come un Sovrano un Principe ma lo si classifica tale in quanto il suo sangue diventa Blu. Oggi con alcuni studi nel campo della medicina e Ricerca protegge la salute del essere Umano, s’è le sue difese immunitarie lo hanno portato hai giorni nostri superando le più avversità organiche di malattie che l’uomo contrae come un Virus, lo stesso CORONA VIRUS O COVID 19 si potrebbe parlare di preparare un Vaccino ricavato dal suo Sangue per debellare questo VIRUS cosi Letale. Studiando la morfologia scientifica il VIRUS non proviene dai pipistrelli ma da un agente patogeno creato in un laboratorio sperimentale per creare un Vaccino e poi è stato testato sui Pipistrelli che hanno rilasciato una particella che nella sua forma ha causato la divulgazione della estensione del VIRUS sotto forma di crescita e contamina con il vicino contatto l’uomo che fa da camera d’incubazione e esponenzialmente lo trasmette con contatto e fuoriuscita di gocce di Sudore, Lacrime, e contatto Biologico della Saliva. Ripeto il Corona Virus il suo inizio e da ricercare nei posti dove la mancanza di igiene, Sporcizia, e sopra tutto in luoghi aperti Fatiscenti dove si consuma prodotti Macellati senza le disposizioni e normative HCCP ma sopra a tutto la stessa contaminazione Animali Selvatici con il contatto del essere umano trasmettitore di situazione patogene con lo stesso contatto, degli animali sia Vivi che esponenzialmente Macellati lasciati sui Banchi all’aperto in condizioni fatiscenti. Ora solo un Vaccino può ridare e Rallentare l’Epidemia con la stessa Curva epidemiologica e sopra a tutto norme Igienico Sanitarie.


    1. Io sarei già piuttosto soddisfatto se tu riuscissi a scrivere in un italiano almeno comprensibile. Riempire lunghissime frasi (senza punteggiatura) di parolone buttate a casaccio (conosci il significato delle parole che usi?) non serve ed è una tortura per chi legge.
      Con occhi e mente orripilanti, ti imploro di studiare sintassi e grammatica piuttosto che la ‘morfologia scientifica’. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.