Specializzazioni

Il controllo elettrofisiologico del cuore

Il controllo elettrofisiologico del cuore Gli antichi avevano la consapevolezza che due tipi di pesci manifestavano proprietà elettriche. Questi erano il pesce gatto elettrico ed il pesce torpedo. I Greci conoscevano queste creature e tentarono di sfruttare le loro capacità elettriche per la cura del mal di testa e nella gestione dell’epilessia o del dolore. Anche l’ambra… Continua a leggere Il controllo elettrofisiologico del cuore

I disturbi elettrofisiologici (Aritmie)

I DISTURBI ELETTROFISIOLOGICI: LE ARITMIE Le prime osservazioni dei disturbi del ritmo cardiaco furono ottenute con la sensazione tattile del polso ed in seguito osservando il battito cardiaco ad occhio nudo. Rudolph Heidenhain introdusse il termine aritmia nel 1872 per designare qualsiasi disturbo del ritmo cardiaco. Thomas Lewis fu un pioniere nelle definizione di molte forme di aritmia a livello clinico.… Continua a leggere I disturbi elettrofisiologici (Aritmie)

Esame Fisico Cardiologico

Esame Fisico Cardiologico La diagnosi fisica è quella branca della pratica medica in cui la diagnosi della malattia è fatta attraverso l’uso di uno o più dei nostri sensi: vista, olfatto, gusto, tatto ed auscultazione. L’uso dell’odorato, raramente utilizzato in medicina, se non in alcuni casi come “l’odore di ammoniaca” nei pazienti uremici, il “respiro acetonemico”… Continua a leggere Esame Fisico Cardiologico

Emergenze Cardiologiche

ARRESTO CARDIACO E RIANIMAZIONE La morte improvvisa può essere dovuta sia all’asistolia cardiaca che alla fibrillazione ventricolare. In termini di ritmo cardiaco, la totale assenza del polso può indicare sia l’asistolia che la fibrillazione ventricolare o anche l’Attività Elettrica senza Polso (PEA). Gli uomini del passato, naturalmente, non poterono vedere la differenza. Sebbene “asfissia” fosse… Continua a leggere Emergenze Cardiologiche

Ecocardiografia 

ecocardiografia L’ecocardiografia, così come gli altri campi della diagnostica per immagini – radiologia, risonanza magnetica, medicina nucleare, ecc. – rappresentano un’estensione delle capacità percettive del medico in tutto l’ambito dell’esame obiettivo. Il progresso dell’esame degli organi interni si è sviluppato inizialmente per opera degli stessi medici che hanno elaborato ed inventato le forme tecniche più… Continua a leggere Ecocardiografia 

Cronistoria dell’Angioplastica 

3000 ac: Gli egiziani eseguono cateterizzazioni usando tubi metallici. 400 ac: Cateteri modellati su canne e tubi cavi sono usati nei cadaveri per studiare la funzione delle valvole cardiache. 1711: Il reverendo Stephen Hales conduce la prima cateterizzazione cardiaca usando tubi di ottone, un tubo in vetro e la trachea di un’oca. 1844: Il grande fisiologo francese Claude Bernard conia il termine “cateterizzazione… Continua a leggere Cronistoria dell’Angioplastica 

Chirurgia Cardiovascolare

Le fondamenta della moderna chirurgia cardiovascolare giacciono su tutte le discipline che governano la pratica cardiovascolare. Tali discipline sono l’anatomia, la fisiologia, la fisiopatologia e la farmacologia. Tra questi fattori vi sono lo sviluppo delle tecniche per l’anestesia toracica che hanno consentito ai chirurghi di lavorare con sicurezza ed in modo libero nella gabbia toracica… Continua a leggere Chirurgia Cardiovascolare

Breve storia della Neurologia

Esordi in Occidente Encefalocentrismo: Alcmeone, Ippocrate e Platone, identificavano il cervello come sede del pensiero. Cardiocentrismo: Aristotele riteneva che il centro del pensiero fosse contenuto nel calore innato, a sua volta contenuto nel ventricolo sinistro, il focolare del corpo, mentre i nervi (da intendere con come tendini) da qui si dipartivano, insieme ai muscoli, per raggiungere ogni parte dell’organismo. Lo stagirita… Continua a leggere Breve storia della Neurologia

Anomalie cardiache strutturali acquisite

Veduta generale della patologia cardiovascolare Durante l’era pre-ellenica, specialmente tra gli Ebrei, ma anche tra gli Egizi e gli Assiro-Babilonesi, la malattia era ritenuta principalmente un’afflizione causata da divinità vendicative. Rigide leggi rituali furono stabilite ed osservate nello sforzo di propiziarsi qualunque divinità fosse in voga in quel tempo così da non attirarne l’ira. In aggiunta, altre due teorie eziologiche… Continua a leggere Anomalie cardiache strutturali acquisite

Anomalie congenite cardiache 

È comunemente accettato il fatto che Aristotele sia stato il primo embriologo. Il punctum saliens, le vene vitelline ed allantoidee furono descritte da lui. La prima descrizione di destrocardia è attribuita ad Alessandro Benedetti, di Padova (1460-1525). Hieronymus Fabricius (1537-1619) amplificò il lavoro di Aristotele con i suoi studi sullo sviluppo dei pulcini nell’uovo. Giulio Aranzio (1530-1619) scoprì il dotto arterioso del feto. La… Continua a leggere Anomalie congenite cardiache